Cos'è

Come previsto dalla Legge 15.05.1997 n. 127 (Legge Bassanini) e dal D.P.R. 445/2000, tutte le certificazioni da presentare ad una Pubblica Amministrazione possono essere sostituite con autocertificazione (su un semplice foglio e firmate dall'interessato) senza oneri di spesa né di autenticazione di firma.

I certificati che contengono informazioni non modificabili nel tempo (nascita, morte, titolo di studio, ecc.) non hanno scadenza; tutti gli altri certificati hanno validità di sei mesi.

L'autocertificazione permette di sbrigare tutte le pratiche direttamente presso l'Ufficio che richiede i relativi certificati.

Con il termine "autocertificazione" si indica una dichiarazione sostitutiva di certificazione con la quale, attraverso una dichiarazione sottoscritta, il cittadino interessato sostituisce a tutti gli effetti ed a titolo definitivo certificazioni amministrative relative a stati, qualità personali e fatti.

Anche i privati possono accettare l'autocertificazione (ma non sono obbligati).

La dichiarazione sostitutiva di certificazione deve essere firmata dall'interessato e la firma non deve essere autenticata nemmeno quanto è rivolta a soggetti privati. Ha la stessa validità del certificato o dell'atto che sostituisce. Possono essere effettuati controlli sulla veridicità del contenuto della dichiarazione.

Qualora dagli stessi emergessero dati non corrispondenti a verità, il dichiarante decade dai benefici ottenuti.

 

Si possono autocertificare:

  • Tutti i certificati anagrafici e di stato civile
  • Residenza
  • Stato libero
  • Nascita del figlio
  • Decesso del coniuge
  • Esistenza in vita
  • Stato di famiglia
  • Vedovanza
  • Data e luogo di nascita
  • Godimento dei diritti politici
  • Cittadinanza
  • Matrimonio
  • Decesso del figlio/a
  • Decesso del padre o della madre

Inoltre si possono dichiarare le seguenti situazioni:

  • Titolo di studio
  • Titolo di specializzazione o di abilitazione
  • Titolo di formazione, di aggiornamento
  • Titolo di qualificazione tecnica
  • Esami sostenuti
  • Posizione reddituale ed economica
  • Posizione contributiva
  • Codice fiscale e partita IVA
  • Altri dati presenti nell'anagrafe tributaria e inerenti il dichiarante
  • Qualità di legale rappresentante, curatore, tutore e simili
  • Iscrizione presso associazioni di qualsiasi tipo
  • Qualifica professionale
  • Condizione di casalinga
  • Condizione di studente
  • Nucleo familiare
  • Esistenza o meno di persone a carico
  • Inesistenza di condanne penali
  • Posizione agli effetti degli obblighi militari
  • Tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri di Stato Civile
  • Iscrizione in albi tenuti dalla Pubblica Amministrazione
  • Stato di pensionato e categoria di pensione
  • Stato di disoccupazione.

Importante

l'Ufficio Pubblico non può rifiutare l'autocertificazione perché il fatto costituisce violazione dei doveri d'ufficio.

Tutte le Pubbliche Amministrazioni per i propri procedimenti, non devono richiedere certificati, ma accettare unicamente dichiarazioni sostitutive.

Qualora l'interessato non intenda o non sia in grado di avvalersi dell'autocertificazione, l'Amministrazione richiedente dovrà acquisire direttamente il certificato richiesto (se risultante da albi o da pubblici registri) su semplice indicazione da parte dell'interessato, dell'Ente che possiede i dati in questione.

Come si effettua:

Esistono moduli prestampati presso gli uffici della Pubblica Amministrazione. In ogni caso basta un normale foglio di carta sul quale vanno scritti i propri dati anagrafici e la dichiarazione sostitutiva della certificazione richiesta. Si possono autocertificare data e luogo di nascita, residenza e stato civile anche semplicemente presentando all'impiegato dell'ufficio richiedente un documento d'identità personale in corso di validità. I dati contenuti nel documento esibito devono corrispondere a verità ed essere aggiornati, in caso contrario sono previsti sanzioni penali ed il decadimento immediato dei benefici ottenuti.

Gli Uffici comunali, ed in particolare l'Ufficio Anagrafe, sono a disposizione per ogni informazione e per fornire i modelli di autocertificazione.