invia/condividi stampa feed rss

ICI - Imposta comunale sugli Immobili

ici

Si tratta di un'imposta dovuta dai proprietari di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli, situati sul territorio dei Comuni dello Stato. Sono tenuti al pagamento dell'imposta, in luogo del proprietario, il titolare di diritti reali d'usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie, nonché il locatario finanziario.

L'imposta è pagata al Comune nel cui territorio si trova l'immobile ed è calcolata annualmente applicando al valore catastale dell'immobile l'aliquota relativa. Il versamento deve essere effettuato in due rate: la prima entro il 16 giugno, la seconda, a saldo, entro il 16 dicembre. Il contribuente può versare l'imposta in un'unica soluzione entro il 16 giugno.

Nella determinazione dell'importo da versare, si deve tener conto del periodo di possesso, (calcolato in mesi) e della quota posseduta (espressa in percentuale). E' prevista una detrazione per l'abitazione principale (appartenente alle cat. A1 - A8 - A9 ed annesse pertinenze) e la riduzione del 50% dell'imposta per i fabbricati fatiscenti, inabitabili e di fatto inutilizzati.

Il contribuente che dovesse riscontrare di non aver effettuato il versamento in tutto, in parte, oppure correttamente, ha la possibilità, entro un anno, di regolarizzare la propria posizione utilizzando l'istituto del ravvedimento operoso tramite apposito modulo disponibile presso l'Ufficio Tributi.

Il contribuente che dovesse riscontrare di aver pagato un'imposta non dovuta, può chiederne il rimborso entro cinque anni dal pagamento o dal giorno in cui è stato definito il diritto alla restituzione; a tal fine presenta apposita domanda scritta e motivata, con allegate le ricevute originali dei versamenti effettuati.

 

Per l'anno 2011: Calcolo ICI

 

Vedi anche: _Modulistica 

Vedi anche: Regolamento ICI